.
Annunci online

  Soqquadro_ [ ]
 
 
         
 


Ultime cose
Il mio profilo


Il Calibano
Orione
BloG Laici
Il Laicista
LiberaliperIsraele
Chiara
Gianlu

cerca
letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
 


23 giugno 2007

Family equality act

 

22/6/07 – Non le vedi mai sedersi su una panchina con l’avviso verniciata di fresco. Hanno occhi dappertutto (Joyce, Ulisse)

Con il coraggio che ha fino ad oggi ha segnato la sua vita Emma Bonino ha proposto al dibattito un tema pesante per teste pensanti. E cioè equiparare l’età della pensione delle donne a quella degli uomini. E per tre buoni motivi: perché le donne vogliono rimanere nel mondo del lavoro perché sanno che se ne escono difficilmente potranno tornarci; perché sanno che cinque anni di contribuzione in meno si tradurranno in una pensione minore e a maggior rischio di erosione; perché sanno che, tornando a casa, finirebbero col fare le bambinaie ai nipotini e le badanti  ai genitori. Bonino ritiene che il pensionamento anticipato per molte donne è una trappola, e sottolinea come tutta l’Europa va verso l’equiparazione dell’età del pensionamento. Inoltre il differenziale vigente in Italia è oggetto di una procedura d’infrazione comunitaria per quanto riguarda l’impiego pubblico. I detrattori della proposta, numerosi tra i datori di lavoro e i sindacati, dicono che i cinque anni di lavoro in meno indennizzano le donne per il peso del lavoro domestico e di cura. Bonino ribatte che sarebbe molto meglio  investire nelle “pratiche di conciliazione”, cioè asili nido, strutture per anziani… Bonino sa che questa proposta avrà una difficile accoglienza e sa anche perché. Sono in molti, infatti, a pensare che il ruolo della donna è all’interno della famiglia e che il lavoro è uno sgradevole incidente che è bene contenere. Ma le donne per prime sanno che senza i loro soldi la famiglia non cammina e i figli non si fanno.
Bonino sa che la sua proposta è pesante, ma sa che le prime a seguirla saranno, come sempre quando si deve cambiare, le donne.

da La pagina di Tiziana- nogod.it


sfoglia     maggio        luglio